LA TABACCHERIA

La tabaccheria è sicuramente uno degli esercizi commerciali con più storia e tradizione del nostro Paese.

Disciplinata da regolamenti, la tabaccheria nasce attorno al mondo del tabacco…dalla produzione alla trasformazione alla sua commercializzazione finale.

Ma non solo. Anche sale, Chinino, cartine da sigaretta, carte da gioco, Lotto e lotterie, fiammiferi e tanto altro ancora.

La rivendita nel tempo ha subìto diverse trasformazioni, rinnovando le proprie funzioni, fino a diventare luogo di socializzazione e di cultura. Punto di riferimento fondamentale nei rapporti con la Pubblica Amministrazione attraverso il pagamento di tasse e multe, nell’acquisto dei valori bollati e di biglietti del trasporto pubblico.

Straordinaria è stata la capacità di adattamento delle tabaccherie sia nei grandi centri urbani che nei piccoli paesi.

Nel corso degli anni si è dimostrata molto più che nucleo commerciale, è stata ed è punto di riferimento per il centro abitato e spazio di aggregazione sociale, polo centrale per la vita degli italiani da Nord a Sud.

Tutto ha inizio con la vendita del tabacco alla fine del 1600, per proseguire due secoli dopo con i fiammiferi e le carte da gioco; nei primi del ‘900 si è passati al commercio del Chinino di Stato, alla brillantina, al sapone, ai quaderni e persino all’olio e alla farina…fino ad arrivare alla tabaccheria come centro specializzato a livello commerciale e oggi qualificato centro servizi a favore della popolazione, dove anche l’arredo diviene parte integrante per l’attività stessa del negozio.