Cronologia

1950 – Il 12-13 maggio si riuniscono a Roma la Giunta Esecutiva e il Consiglio Nazionale. È una assemblea importante che segna un avvenimento memorabile per la categoria e la sua organizzazione: partecipata presenza e l’interessamento delle rappresentanze istituzionali e di Governo, insieme con le autorità nazionali e alla stampa.

1951 – il 20 novembre, nell’ambito dell’Assemblea Nazionale straordinaria, viene approvato il nuovo Statuto Federale. Fra le preminenti modifiche, c’è quella che trasferisce alle organizzazioni provinciali la nomina del Consiglio Nazionale. Viene deciso anche di cambiare nome, che diventa definitivamente “Federazione Italiana Tabaccai”.

1952 – Il 30 aprile, durante l’Assemblea Nazionale, il Presidente Armando Fontana affronta alcune questioni irrisolte, da dibattere in futuro, come il riposo estivo obbligatorio, il contrabbando, l’indennità di trasporto e la regolamentazione dei patentini. Al tempo stesso, elenca gli obiettivi raggiunti finora sotto la sua presidenza, come la creazione della struttura centrale e periferica e un rinnovato dialogo con le Istituzioni. Si decide di adottare come organo ufficiale della Federazione  La Voce del Tabaccaio, che era stato il primo organo di stampa nel 1903. Viene nominato direttore Ulderico Federici, che è anche l’editore.
Dall’iniziativa FIT e A.Ma.Mo.S (Associazione Magazzinieri) viene fondata la Co.M.A.P.  Cooperativa Mutua di Assistenza e Previdenza fra gli addetti alla vendita dei generi di monopolio,  al fine di sopperire alla mancanza di una forma di assistenza e previdenza per gli associati delle due categorie. Le finalità della Co.M.A.P. incontrano il favore del Ministro delle Finanze e del Direttore Generale dei Monopoli, tanto da acconsentire che i propri funzionari superiori assumano incarichi negli organi direttivi della nuova cooperativa. Il primo Presidente del Consiglio di Amministrazione è Armando Fontana, Presidente Nazionale della Federazione Italiana Tabaccai.
La FIT e la Co.M.A.P. si trasferiscono nella sede romana di Via Nazionale 69. All’inaugurazione è presente l’allora Ministro delle Finanze, on. Vanoni.

1953 – il 17 settembre a Roma muore Aldo Schiavina, Segretario Generale della Federazione dal 1945. È uno dei dirigenti FIT che ha garantito la continuità della Federazione dall’Italia pre repubblicana all’Italia del dopo guerra. Leopoldo Peretti lo sostituisce all’inizio dell’anno successivo.

1955 – Il 22-23 settembre a Roma, presso l’Aula Magna del Palazzo dei Congressi all’Eur, si svolge il I Congresso Decennale della FIT.  Un evento di grande importanza che celebra i 10 anni di attività della Federazione. Click qui per vedere il video

1957
– Con una circolare del 17 luglio, l’Amministrazione dei Monopoli accetta la richiesta della FIT e rende obbligatoria l’insegna: “T” bianca su fondo nero.

1958 – Viene inaugurata a maggio la nuova sede della Co.M.A.P. e della FIT a Roma in Piazza Cola di Rienzo 80. Presente anche l’allora Ministro delle Finanze, on. Andreotti.

1959 – La Giunta Esecutiva, su proposta del Presidente Fontana, al fine di consolidare lo spirito associativo dei tabaccai alla Federazione e per conoscere l’attività svolta in rivendita, istituisce l’assegnazione dell’onorificenza della “T d’Onore”, il 14 maggio a Como si svolge la prima manifestazione di consegna delle ai rivenditori.