Storia FIT
Attività sindacale
Stampa di Categoria
 
 
T D'ONORE
 
 
E.CO.M.A.P.
E.CO.M.A.P.

L’E.CO.M.A.P., Ente Cooperativo Mutuo di Assistenza e Previdenza per i Tabaccai e Gestori Depositi Fiscali Locali nasce, il 5 maggio 1952 con il nome di Co.M.A.P, da un’iniziativa congiunta tra la Federazione Italiana Tabaccai e l’Associazione Gestori Monopoli di Stato.

Lo scopo iniziale della Co.M.A.P. era quello di fornire ai soci un trattamento previdenziale e l’assistenza per cure mediche, l’elargizione di soccorsi, la concessione di piccoli prestiti a tasso di favore, la concessione di sussidi, borse di studio e altre forme di assistenza.

Negli anni ’60 in Italia si istituiscono le Casse Mutue Commercianti e con la Legge 27 novembre 1960 n. 1397 anche gli esercenti attività commerciali, come i tabaccai, possono fruire, unitamente ai familiari a carico, di un’assicurazione obbligatoria contro le malattie.

L’altro importantissimo servizio fornito dall’E.CO.M.A.P è il tabacco a fido ovvero la possibilità di pagare posticipatamente la levata del tabacco.

Il tabacco a fido è un’importante battaglia portata avanti per anni dalla Federazione Italiana Tabaccai. La prestazione avrebbe consentito un migliore approvvigionamento delle rivendite e, soprattutto, avrebbe posto fine ad un’ingiustificata discriminazione circa la modalità d’acquisto del tabacco lavorato, rispetto a tutti gli altri prodotti delle attività commerciali.

Nel 1961 vengono avviati in Italia, in zone e momenti diversi, gli esperimenti sul tabacco a fido e finalmente il 1 ottobre 1963, su richiesta della Federazione Italiana Tabaccai, l’E.Co.M.A.P. assume la gestione del “Fondo di cauzionamento” per conto dei soci rivenditori che decidono di usufruire del beneficio, ai sensi della Legge 18 febbraio 1963 n. 303.

Sempre nel 1963 la Co.M.A.P. diventa E.Co.M.A.P. - Ente Cooperativo Mutuo di Assistenza e Previdenza per i Tabaccai e Gestori Depositi Fiscali Locali.

Nel corso degli anni l’Ente si adopera per ottenere, a condizioni vantaggiose, le fideiussioni per lo svolgimento dei giochi e dei servizi, usufruendo dell’apporto di istituti bancari e compagnie di assicurazioni.

Per conoscere meglio l’Ecomap e i servizi che offre cliccate qui.