Archiviostorico - Bibliografia

Giuoco del Lotto – Prof. A. Ponsiglioni – La Scienza del Popolo – 1868
Pesare in camera oscura: la bilancia fotografata dal 1890 agli anni Sessanta – Rfm Edizioni – 2002
Un nuovo metodo matematico statistico per aumentare la probabilità e diminuire il rischio del giuoco del Lotto – Il Calcolo Vincitore (gesgam) – 1934

Il cammino dello sviluppo ed il ruolo dei tabaccai

FIT - Federazione Italiana Tabaccai
Il cammino dello sviluppo ed il ruolo dei tabaccai
Amadeus Industria Poligrafica Europea per conto della Press & Image 2001 SpA, Roma
2006
68 pagine

La Federazione Italiana Tabaccai raccoglie migliaia di famiglie che sono altrettante imprese, totalmente immerse nella realtà italiana politica, sociale ed economica.

I tabaccai, parte attiva della catena che lega i cittadini allo Stato, svolgono un ruolo importante sia operando in settori tradizionali e di monopolio, che impegnandosi verso ambiti nuovi.

Ecco perché i tabaccai sono uno dei motori che spinge e porta avanti il Paese.

Questo volume, attraverso un’analisi che spazia dal debito pubblico italiano al federalismo, dalla spesa pubblica italiana al carico fiscale sui tabacchi, mette in luce l’importanza delle tabaccherie per l’economia nostrana.

L’analisi è inoltre accompagnata da alcuni grafici che sottolineano l’apporto dei tabaccai alla crescita del PIL nazionale e illustrano l’andamento del deficit, del debito pubblico e della spesa pubblica.

Il cammino dello sviluppo ed il ruolo de...
Carte da giuoco in servizio dell’istoria e della cronologia

Monsignor Bianchini, Francesco
Carte da giuoco in servizio dell’istoria e della cronologia
Libreria Editrice Forni, Bologna
Maggio 1968
77 pagine


Il volume inizia con una lunga prefazione a firma di Carlo Giuliari.

Segue la descrizione da parte dell’autore (Verona 13 dicembre 1662 - Roma 2 marzo 1729), astronomo e storico, di due tavole utili per giocare con le carte o con i dadi, come nel gioco dell’oca.

Bianchini le descrive entrambe minuziosamente, per poi spiegare il giuoco di Stuppa, il giuoco di Primiera, il giuoco di Trionfo, il giuoco di Picchetto ed altri “ad arbitrio de’ giuocatori”.

Carte da giuoco in servizio dell’istoria...
Che impresa!

FIT - Federazione Italiana Tabaccai
Che impresa!
Amadeus Industria Poligrafica Europea per conto della Press & Image 2001 SpA, Roma
2011
141 pagine


La rete delle tabaccherie italiane rappresenta un unicum nel panorama commerciale e distributivo italiano perché, avendo un forte e originale ruolo di affiancamento alle Istituzioni, assolve i compiti pubblici. 

Ma oggi la tabaccheria che tipo di impresa è? Come si è trasformata nel tempo e quali ulteriori cambiamenti si prospettano?

Sono questioni cruciali per l’intero sistema distributivo incentrato sugli esercizi di prossimità, sempre più in difficoltà nei confronti di altri modelli commerciali in grado di realizzare significative economie di scala.

Ecco perché è importante riconoscere la rilevanza sociale dell’evoluzione, anche alla luce del supporto che le tabaccherie stanno sempre più prestando nei confronti dello Stato.

Da qui, la necessità di approfondire l’analisi delle tabaccherie, alla quale la Federazione Italiana Tabaccai contribuisce attraverso questo volume, realizzato con la collaborazione di MAG consulenti associati.

Il testo, dopo aver raccontato il mondo delle rivendite, ne analizza i mercati di riferimento e gli aspetti gestionali ed economici anche attraverso l’utilizzo di grafici che testimoniano l’evoluzione, commerciale e non, della tabaccheria lungo cambiamenti sindacali, regolamenti e novità.

Che impresa!
I fiammiferi Collezionismo curiosità e giochi

Neumuller, Anders
I fiammiferi Collezionismo curiosità e giochi
Arnoldo Mondadori Editore, Verona
Agosto 1984
95 pagine


Come costruire quattro triangoli equilateri con soltanto sei fiammiferi?

Questo uno dei tanti indovinelli che Neumuller pone al lettore, accompagnandolo alla scoperta dei fiammiferi.

A partire da quel 7 aprile 1827, quando nella cittadina inglese di Stockton-on-Tees, il farmacista John Walker vende cento lumi da frizione, confezionati in una scatoletta cilindrica di latta zincata…

Inizia infatti tutto da qui.

Ricordata brevemente la loro origine e l’importanza della loro diffusione, l’autore si sofferma sull’arte della confezione e delle etichette e, raccontandole attraverso le diverse epoche e mode, inizia a giocare con i fiammiferi, con cui è possibile costruire di tutto.

Prendono così vita animali, monumenti, mezzi di trasporto, personaggi famosi e giochi di prestigio per allenare la mente e la fantasia.

Il testo è inoltre arricchito da numerose immagini delle maggiori collezioni fillumenistiche.

I fiammiferi Collezionismo curiosità e g...
I tabaccai al servizio del Paese

FIT - Federazione Italiana Tabaccai
I tabaccai al servizio del Paese
Amadeus Industria Poligrafica Europea per conto della Press & Image 2001 SpA, Roma
2006
87 pagine


Questo volume, il primo di una serie, nasce dal desiderio della FIT di confrontarsi con gli esponenti del Governo, delle Istituzioni e della politica.

L’occasione è data da due incontri svoltosi, rispettivamente, il 3 novembre 2005 e il 2 marzo 2006 quando, dopo il Presidente Nazionale Giovanni Risso, hanno preso la parola Silvio Berlusconi, allora Presidente del Consiglio; Manlio Contento, allora Sottosegretario di Stato Ministero Economia e Finanze; Renato Brunetta, all’epoca Consigliere Economico di Palazzo Chigi; Massimo D’Alema, all’epoca Presidente Democratici di sinistra e il Senatore Giulio Andreotti.

Attraverso i loro interventi, riportati interamente, viene messa in luce l’importanza dei tabaccai italiani per lo Stato e la reciproca collaborazione.

Gli interessi di una categoria, che concorrono al bene comune, possono essere economici o commerciali, perché la sana e robusta costituzione dei produttori di reddito e ricchezza è la salvezza del sistema economico. Parte da questa analisi lo sguardo della FIT, per raccontare in che modo i tabaccai sono al servizio del Paese.

Completa il volume una galleria fotografica che racconta le due giornate.

I tabaccai al servizio del Paese
I tabaccai intervistano la politica

FIT - Federazione Italiana Tabaccai
I tabaccai intervistano la politica
Amadeus Industria Poligrafica Europea per conto della Press & Image 2001 SpA, Roma
2008
109 pagine


La politica è spesso impopolare ma rifiutarla è un grande errore, perché una società non può vivere senza. Perde l’anima, il senso della comunità, la direzione.

La Federazione Italiana Tabaccai rappresenta e incarna gli interessi dei tabaccai e delle loro famiglie che non solo lavorano per lo Stato, essendone i concessionari ma, in molti luoghi, lo rappresentano anche.

Ecco perché i politici sono interlocutori naturali e continui per la Federazione.

Da questa premessa nasce l’idea di raccogliere le interviste al mondo della politica pubblicate nel tempo su “La Voce del Tabaccaio”.

Una raccolta dunque per suscitare una doppia riflessione e così capire come i politici vedono i tabaccai e ricordare loro le promesse fatte alla categoria.

Il volume raccoglie le interviste fatte a Giulio Andreotti, Giorgio Benvenuto, Silvio Berlusconi, Pier Luigi Bersani, Fausto Bertinotti, Emma Bonino, Enrico Boselli, Renato Brunetta, Daniele Capezzone, Pier Ferdinando Casini, Vannino Chiti, Massimo D’Alema, Paolo Del Mese, Benedetto Della Vedova, Antonio Di Pietro, Oliviero Diliberto, Gianfranco Fini, Maurizio Gasparri, Alfiero Grandi, Ignazio La Russa, Ettore Pirovano, Antonio Polito e Vincenzo Visco.

Conclude il libro una carrellata di ritratti fotografici dei rappresentanti della politica intervistati.

I tabaccai intervistano la politica
I tabaccai italiani: fotografia di una rete

FIT - Federazione Italiana Tabaccai
I tabaccai italiani: fotografia di una rete
Amadeus Industria Poligrafica Europea per conto della Press & Image 2001 SpA, Roma
2007
67 pagine


Il volume raccoglie i risultati di una ricerca svolta dalla FIT in collaborazione con l’Istat - Istituto Nazionale di Statistica e con MAG Consulenti Associati, per fotografare la rete delle tabaccherie italiane.
L’analisi mette in evidenza le principali tendenze evolutive e la misura in cui esse si conciliano con le nuove opportunità di business offerte dalle innovazioni tecnologiche e dai cambiamenti degli stili di vita e di consumo degli italiani.
L’immagine che emerge è quella di una categoria dinamica, attenta alle evoluzioni del sistema e dotata di grandi potenzialità professionali, capace di stare al tempo con l’avvento di nuove funzioni e nuovi compiti che, sempre più, accentuano la funzione sociale di punto di prossimità per l’intera collettività.
La FIT ha condotto sia un’indagine quantitativa “a tappeto” con questionari inviati a tutte le tabaccherie italiane nella seconda metà del 2006, che un’indagine qualitativa attraverso la metodologia dei cosiddetti “Focus group”, ovvero dividendo i titolari di tabaccherie in gruppi rappresentativi della popolazione nazionale.
Ciò ha permesso di delineare quattro figure principali di tabaccai italiani: l’imprenditore, il gestore, il punto di riferimento e il centro servizi.
Accompagnano i risultati della ricerca grafici e tabelle che raccontano, attraverso numeri e percentuali, il panorama della tabaccheria italiana. La condizione attuale e le prospettive per il futuro.

I tabaccai italiani: fotografia di una r...
Il Lotto a tavola

“Barba”, Mario
Il Lotto a tavola
Edizioni DBS, Seren del Grappa (BL)
Marzo 2007
169 pagine

Dopo una breve introduzione sulla storia della cucina veneziana e sull’origine del gioco del Lotto, l’autore racconta i suoi grandi amori: il Lotto appunto e la buona cucina veneziana.

Nei secoli scorsi a Venezia, racconta, si giocava di tutto e si scommetteva sui piatti che sarebbero stati serviti durante i pranzi di gala. Tradizione ancora presente durante l’infanzia di “Barba” che ricorda che nelle famiglie veneziane si giocava soprattutto la domenica, dopo aver mangiato la minestra in brodo e la gallina lessa.

Dopo pranzo, parenti e amici si riunivano intorno ad un tavolo per giocare alla tombola, che aveva una caratteristica particolare: i numeri estratti non venivano chiamati come tali, ma con una “madona”, cioè una definizione in veneto: ad esempio, Va remèngo simboleggiava il 7; El vin il 21; I peoci il 42 e San Lonardo il 46.

Chi vinceva offriva agli altri partecipanti una panna montata con leggeri croccanti.

Il volume è diviso in antipasti e cicheti; primi piatti; secondi piatti; dolci e golosessi.

Per ogni sezione l’autore presenta diverse ricette descritte con molta precisione e ad ogni piatto associa numeri da giocare al Lotto.

Così, si passa dal Bacalà conso, associato ai numeri 17, 10 e 46 alla Minestra maridada che corrisponde ai numeri 72, 12 e 67, al Figà ala venexiana (35, 47, 10 e 55), per finire con i Baicoli (15, 37 e 81).

Completano il volume il contributo di alcuni personaggi legati al mondo della tavola o del gioco, alcuni brani tratti dalle opere di Carlo Goldoni in cui si fa riferimento alla cucina veneziana, l’elenco completo delle “madone” e qualche suggerimento su terni da giocare e su come ricavare dal proprio nome i numeri per il gioco del Lotto.

Il Lotto a tavola
Il mondo sulle scatole dei fiammiferi

Deiters, H.G
Il mondo sulle scatole dei fiammiferi
Ruggero Aprile Editore, Torino
1969
143 pagine

Partendo dal mito di Prometeo, colpevole di aver rubato il fuoco agli dei per donarlo agli uomini, l’autore ripercorre la storia della produzione del fuoco.

Dai primi tentativi di mantenere viva la fiamma provocata da un fulmine o da un’eruzione vulcanica, allo strofinamento rapido tra loro di stecche di legno o di bambù.

Fino al Medioevo quando compare l’acciarino che, battuto obliquamente sulla pietra focaia, faceva cadere le scintille sull’esca, accendendola.

I primi fiammiferi, chiamati “Prometheus”, semplici stecchini di legno da immergere in un tubo di vetro pieno d’acido, vengono prodotti in Inghilterra all’inizio del secolo scorso.

Ma i veri e propri fiammiferi nascono il 7 aprile 1827 grazie all’intuito del farmacista John Walker.

Da lì, appaiono velocemente in tutti i mercati europei e presto nasce l’esigenza di “vestirli” per renderli anche accattivanti, oltre che utili.

Esplode così una vera e propria moda del fiammifero, che si piega ad ogni esigenza cambiando continuamente abito: diviene impermeabile per il pescatore, elegante per i ricevimenti o di lusso per le dame.

Ogni mese esce una nuova serie che, inizialmente, attinge ai romanzi storici, a re, principi e principesse.

Poi trae ispirazione, con ironia, alla politica fino alla comparsa, in tutte le tasche, di audaci e provocanti fanciulle.

Tanto che nel 1913 un regolamento impone ai fabbricanti di sottoporre le etichette al nulla osta dell’autorità di pubblica sicurezza per garantire che nelle vignette non ci fosse niente contro la moralità o lo Stato.

Compaiono anche etichette con fiori, animali, opere d’arte, costumi, danze e uniformi.

Poi, improvvisamente, ci si rende conto che i fiammiferi possono essere anche ottimi veicoli pubblicitari, considerata la loro ampia diffusione.

Ecco allora che le scatole si animano con disegni di rosolio, lame da barba o dentifricio ed inizia una nuova storia.

Il volume è arricchito di numerose immagini che raccontano l’evoluzione delle scatole di fiammiferi.

Il mondo sulle scatole dei fiammiferi
Il nuovo ruolo delle tabaccherie italiane

FIT - Federazione Italiana Tabaccai
Il nuovo ruolo delle tabaccherie italiane
Società Tipografica Italia per conto della Press & Image 2001 SpA, Roma
2012
57 pagine

Il volume presenta i risultati di uno studio, svolto nel novembre 2011 dalla Federazione Italiana Tabaccai in collaborazione con l’Istituto di ricerca specializzato Format Research, sul nuovo ruolo svolto nel nostro Paese dalle tabaccherie, sempre più centro di servizi e vero e proprio punto di riferimento sul territorio per i consumatori.

In particolare, lo studio analizza il posizionamento delle tabaccherie in riferimento ai servizi finanziari erogati e l’immagine della rivendita presso i consumatori italiani in base ad una serie di parametri: la competenza e la cortesia del tabaccaio; l’accoglienza dei locali e la dotazione o meno di sistemi telematici avanzati, quali il Terminale FIT per il pagamento di bollette.

Una parte è poi dedicata alla descrizione dei frequentatori delle tabaccherie in funzione dei caratteri sociali, demografici ed economici dei consumatori.

Completa il volume un’appendice che riporta i risultati della ricerca, con riferimento al campione nazionale sotto forma di tabelle.

Il nuovo ruolo delle tabaccherie italian...
La Meravigliosa Avventura del Barone Bich

La Pietra, Ugo e Nuvolari, Patrizia
La Meravigliosa Avventura del Barone Bich
Tipografia Valdostana, Aosta
Giugno 1998
143 pagine

All’uomo, all’inventore, al produttore e al manager Marcel Bich è dedicato questo volume uscito in concomitanza con una mostra organizzata nel 1998 dalla Regione Autonoma della Valle d’Aosta, in occasione del restauro del Castello di Ussel a Chatillon.

Il libro, scritto in francese con testo a fronte in italiano, racconta le origini valdostane, la storia e la grande impresa commerciale e culturale del Barone Marcel Bich, anche attraverso le sue stesse parole.

Dal suo primo lavoro come venditore di lampade elettriche alla scelta del colore per il suo logo: l’arancione Pantone 137 C.

Le pagine ripercorrono così la nascita, lo sviluppo e il successo delle sue creazioni, mettendo in luce l’invenzione, la tecnologia e la qualità del prodotto, anche grazie ad immagini pubblicitarie dell’epoca e all’affermazione dei suoi quattro principi: dare fiducia agli uomini, non avere debiti, avere posizioni mondiali e vendere al pubblico la migliore qualità al prezzo più basso possibile.

La Meravigliosa Avventura del Barone Bic...
La vera e completa nuova smorfia del giuoco del Lotto ossia il vero codice per gli studiosi della Cabala e Ricevitori di Banchi Lotto

Di Luca, Giuseppe Romeo
La vera e completa nuova smorfia del giuoco del Lotto ossia il vero codice per gli studiosi della Cabala e Ricevitori di Banchi Lotto
Casa Editrice F. Bideri, Napoli
1953
464 pagine

Il testo inizia raccontando le origini del gioco del Lotto, i suoi vari nomi e la sua diffusione fuori e dentro l’Italia, dedicando spazio anche all’Enalotto, prima di addentrarsi nel mondo di leggi e decreti sul Lotto pubblico.

Parte del volume è poi rivolta alle precise regole alle quali deve attenersi il personale della ricevitoria.

Seguono pagine sulla teoria e il tecnicismo del gioco, arricchite da tavole con le combinazioni di numeri, ambate, ambi secchi ed estratti per una sola o per 10 ruote.

Compare poi “l’elenco delle nuove voci secondo l’uso comune aggiornate a tutt’oggi”, il vocabolario con i rispettivi numeri da giocare e gli elenchi delle principali città d’Italia e di alcune estere, degli animali, di nomi propri di donne in maggior uso, degli imperatori romani, dei re di Napoli, dei Papi e dei giorni buoni e cattivi della luna con i relativi numeri.

Infine, l’autore suggerisce metodi, cabale, immagini della smorfia toscana, le figure del gioco romano e tanto altro ancora per tentare la fortuna.

La vera e completa nuova smorfia del giu...
L’Almanacco del fumatore

L’Almanacco del fumatore
Carlo Aliprandi, Milano
1899
33 pagine

Il calendario, le pubblicità dei maggiori prodotti venduti in tabaccheria nel 1899, brevi storielle, poesie e barzellette dedicate al fumo fanno da cornice a due testi che indagano il mondo del tabacco.

Arturo Olivieri Sangiacomo, militare, scrittore e giornalista, detto il capitano romanziere, racconta il rapporto tra il tabacco e l’Esercito attraverso un piccolo studio comparativo sui sigari e i tabacchi nazionali in uso tra le truppe.

Dalla sigaretta da due centesimi fino alla profumata Serraglio, dai Minghetti amati dai Capitani fino ai Virginia apprezzati dagli Ufficiali.

Malgrado l’ampia diffusione della sigaretta anche tra le fila della Fanteria, scrive l’autore, il sigaro Toscano rimane molto popolare tra le uniformi, tanto che, dal soldato al furiere, lo fumano tutti quando vanno a passeggio.

Sangiacomo conclude “le sue quattro chiacchere con un calcolo approssimativo fatto su base rigorosamente logiche” che svela che l’Esercito lascia ogni giorno allo Stato la somma di 130.000 Lire in… fumo!

Gualtiero Merlotti si interroga invece sul perché la gente fumi.

Per passatempo, per abitudine, per non pensare, per non combattere la noia, per digerire, per addormentarsi, per sognare?

Sicuramente, scrive l’autore, ma soprattutto per vedere il fumo perché “l’occhio vuole avere il primato nell’assistere all’andata in fumo del tabacco”.

L’Almanacco del fumatore
Libro bianco sulla criminalità in tabaccheria

FIT - Federazione Italiana Tabaccai
Libro bianco sulla criminalità in tabaccheria
Amadeus Industria Poligrafica Europea per conto della Press & Image 2001 SpA, Roma
2007
77 pagine

Giorno dopo giorno, tra i tabaccai si insinua la paura per una criminalità sempre più aggressiva e più diffusa.

Così, il crescente senso di insicurezza e la consapevolezza dell’impotenza hanno spinto la FIT ad analizzare il fenomeno, partendo da un punto di vista generale per arrivare ad un’analisi profonda dei problemi tipici delle tabaccherie.

Ne è nata una ricerca che ha lo scopo di far riflettere le Istituzioni.

Infatti, i prodotti e i servizi offerti dalle tabaccherie producono un enorme giro d’affari che si traduce in elevate quantità di denaro contante in negozio. Di conseguenza, purtroppo, i tabaccai diventano vittime privilegiate della criminalità.

Ed ecco perché chiedono allo Stato di non essere lasciati soli.

Partendo da un’analisi economica-statistica della produttività delle tabaccherie, la ricerca racconta gli interventi della Federazione per garantire una migliore sicurezza ai propri associati, fino a proporre delle possibili soluzioni per il gravoso problema.

Infine, il volume si chiude con una breve rassegna dei principali fatti di cronaca avvenuti negli ultimi anni e con grafici e tabelle che mettono a paragone i furti e le rapine avvenuti in tabaccheria, il fatturato e il margine e i servizi di riscossione dal 2005 al 2007.

Libro bianco sulla criminalità in tabacc...
Quali scenari per la ripresa?

FIT - Federazione Italiana Tabaccai
Quali scenari per la ripresa?
Amadeus Industria Poligrafica Europea per conto della Press & Image 2001 SpA, Roma
2007
44 pagine

8 e 9 novembre 2006: due giornate organizzate dalla FIT per parlare, anche attraverso il confronto con il mondo della politica, della necessità di riformare alcuni punti nodali della vita politica e amministrativa dello Stato.

Il volume racconta il lungo convegno, dal titolo “Quali scenari per la ripresa?”, riportando per intero il discorso di Giovanni Risso, Presidente Nazionale FIT, di Vincenzo Visco, all’epoca Viceministro del Ministero dell’Economia e delle Finanze e di Massimo D’Alema, all’epoca Vicepresidente del Consiglio.

Completano il volume alcune immagini fotografiche delle due giornate di convegno.

Quali scenari per la ripresa?
Storia meravigliosa del tabacco

Advice, Antony
Storia meravigliosa del tabacco
Nanni Canesi Editrice, Roma
anni ’70
199 pagine

Partendo dalle pagine del diario di bordo di Cristoforo Colombo, datate 15 ottobre e 6 novembre 1492, l’autore racconta il gusto per il fumo lungo le diverse epoche, mettendo in evidenza le varie mode del momento.

La storia del tabacco viene così ripercorsa tra realtà e leggenda, tra periodi di esaltazione e altri di condanna, passando per Napoleone e la sua tabacchiera e Sherlock Holmes, complice della diffusione in tutto il mondo dell’uso della pipa come accessorio elegante.

Non manca poi il riferimento all’utilizzo del tabacco come medicinale, molto diffuso nell’Ottocento, per arrivare alle testimonianze in versi, da Paul Verlaine a Guillaume Apollinaire a Salvatore di Giacomo, che raccontano l’alternarsi della preferenza per la pipa, per il tabacco da naso, per il sigaro o per la sigaretta.

L’era del tabacco nell’emisfero occidentale può infatti essere divisa in questi quattro periodi.

L’autore parla poi specificatamente delle diverse foglie di tabacco, della loro raccolta e lavorazione e dei diversi tipi di tabacco ottenuti, fino a dedicare una parte alla pipa e una al sigaro.

Infine, il libro si conclude con la citazione di pagine a firma di scrittori e sceneggiatori che hanno parlato del tabacco.

Sono inoltre presenti molte immagini illustrative che accompagnano la narrazione, spesso con ironia.

Tra queste, alcune descrivono gli stabilimenti per la concia del tabacco, i macchinari usati per la lavorazione del tabacco e la fabbricazione delle pipe nel XVIII secolo.

Storia meravigliosa del tabacco
Dizionario dei Sogni

Zeppoloni, Giancarlo
Dizionario dei Sogni
Bordi Srl, Roma
2007
619 pagine

Il libro, ideato e scritto dal Presidente dell’Associazione Nazionale Concessionari Giochi Giancarlo Zeppoloni, è un manuale di facile consultazione diviso in due parti.

La prima, che racconta la storia del Lotto, l’attuale regime e le leggi che disciplinano questo antico gioco, fornisce brevi notizie di storia, legislazione, usanze e costumi relative al gioco che appassiona gli italiani dal 1734, quando è comparso a Venezia, sotto l’egida del Governo della Repubblica.

La seconda parte, invece, è legata alla fortuna e, in particolare, alla storia delle cabale.

Accanto ad ogni voce, in ordine alfabetico, ci sono tre numeri corrispondenti agli usi e ai costumi del Nord, del Centro e del Sud Italia.

Ad esempio, a seconda che le giocate vengano effettuate a Milano, Roma o Napoli, ad ogni città corrispondono numerazioni differenti.

Il lettore, tra storia e consigli pratici, viene così guidato passo dopo passo alla conoscenza del gioco, per scoprirne aspetti tecnici legati alle combinazioni e alle probabilità di estrazione dei numeri.

Dizionario dei Sogni
La Tabaccheria della Generalessa

La Tabaccheria della Generalessa
Tipografia Editrice Taurinia di Giorgio Giribone, Torino
1935
32 pagine

Un’irresistibile pelliccia, uno scambio di numeri telefonici e una serie di divertenti equivoci sono all’origine di una storia d’amore ambientata tra un lussuoso palazzo e una tabaccheria.

Al centro dell’intreccio Leonie e Gerti, figlie di una tabaccaia.

Le due sorelle, entrambe belle, sono però molto diverse nel carattere: tanto la prima è amante del lusso, inquieta e prigioniera di un matrimonio che non la soddisfa più, quanto è studiosa e modesta la seconda.

Questa la trama del cineromanzo illustrato pubblicato l’11 agosto 1935.

L’omonimo film è uscito in Germania nel 1934 per la regia di Reinhold Schunzel, attore, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico tedesco.

Interpreti principali Kathe Von Nagy, una delle dive più amate negli anni del Terzo Reich e Willy Fritsch, uno dei principali interpreti europei dell’epoca del muto.

La pellicola è stata prodotta dalla società di produzione cinematografica tedesca Universum Film AG, divenuta nota con l’acronimo UFA.

La Tabaccheria della Generalessa
La tabella speciale per tabaccai

FIT - Federazione Italiana Tabaccai
La tabella speciale per tabaccai
FIT Immagine Srl, Roma
1992
90 pagine

Nato per aiutare i neo tabaccai a sostenere l’iscrizione al REC - Registro esercenti il commercio, il testo elenca tutti i prodotti vendibili in tabaccheria nel 1992, dagli accenditori ai fiammiferi, dalla pipa alle carte da gioco.

Poi gli articoli di cartoleria, di profumeria ed elettrici, i prodotti dolciari e i biscotti, la bigiotteria, la pelletteria, le pellicole fotografiche, le musicassette e i giocattoli.

La dettagliata descrizione di ogni oggetto è introdotta da una breve descrizione storica e accompagnata da alcuni suggerimenti di vendita per il tabaccaio.

La tabella speciale per tabaccai
Libro bianco sulla criminalità

FIT - Federazione Italiana Tabaccai
Libro bianco sulla criminalità
Almadue Srl, Roma
2004
238 pagine

1195 tra furti e rapine al Nord, 817 al Centro, 1023 al Sud e 333 nelle Isole: questo il triste bilancio degli episodi di criminalità avvenuti in tabaccheria da giugno 2002 ad aprile 2004.

Un lungo elenco di rapine o tentativi di rapine, furti, sparatorie, minacce e aggressioni è purtroppo il triste risultato di un’infinita serie di colpi messi a segno contro i tabaccai.

Scopo della pubblicazione, sensibilizzare il Governo a prendere provvedimenti per tutelare la sicurezza in tabaccheria.

Libro bianco sulla criminalità